accoglienza e integrazione
16 gennaio 2020
Un workshop di moda rivolto ai migranti

In un momento in cui le persone migranti vengono rappresentate attraverso stereotipi è importante spostare la narrazione in ambiti e luoghi inaspettati che riaprano il dibattito senza relegare l’argomento sui soliti luoghi comuni. L’accoglienza non è una moda.

Workshop Moda Migranti

Foto di Michele Cattani

A Bologna vivono persone provenienti da vari Paesi che hanno intrapreso un percorso di integrazione socio-lavorativa in ItaliaSette di loro nutrono la passione per la moda e sperano un giorno possa diventare un lavoro. Questo desiderio spesso si scontra con la tendenza ad indirizzare i richiedenti asilo verso settori lavorativi più “sicuri”. Nasce da qui l’idea della Cooperativa Sociale Arca di Noè (Consorziata all’Arcolaio) di proporre un workshop di moda passando dalla teoria alla pratica e acquisire gli strumenti per interfacciarsi al mondo delle agenzie di moda.

Grazie alla collaborazione con il modello Paul Ferrari e il fotografo Max Cavallari verranno forniti strumenti teorici e realizzato un book fotografico utile a promuoversi nel settore. I vestiti saranno messi a disposizione dalla sartoria inclusiva Vicini d’Istanti mentre la Bottega Altromercato di Ex Aequo fornirà gli accessori come gioielli e borse.

Gli aspiranti modelli impareranno a stare davanti all’obiettivo, apprenderanno le pose principali e capiranno come interfacciarsi nel mondo della moda. Ad ospitare il set l’hub sull’innovazione sociale inserito nel polmone verde di Bologna: le Serre dei Giardini.
Il workshop di moda si terrà nelle giornate del 21 e 22 gennaio 2020 dalle 9 alle 16.

Non trovi le parole per rispondere ai luoghi comuni sui migranti? Arca di Noè ha promosso una campagna che smonta una ad una le Chiacchiere da Bar più frequenti.

Workshop Moda Migranti

Foto di Michele Cattani

Tutte le news