Partecipazione
30 maggio 2019
L’inclusione sociale ai tempi delle energie rinnovabili

Cosa significa per una Cooperativa sociale lavorare nel settore delle energie rinnovabili?

Mò ti spiego è una campagna di comunicazione che vuole raccontarvi i servizi di Arca di Noè per favorire percorsi di inclusione sociale e inserimento socio-lavorativo nel territorio di Bologna.

“Acquistare credito, ispirare fiducia a clientele sempre più vaste, ampliare gli impianti, abbellire le sedi, costituiscono una molla di progresso altrettanto potente che il guadagno. Se così non fosse, non si spiegherebbe come ci siano imprenditori che nella propria azienda prodigano tutte le energie e investono tutti i loro capitali per ritrarre spesso utili di gran lunga più modesti di quelli che potrebbero sicuramente e comodamente con altri impieghi”. Luigi EinaudiAnteprima Mò ti Spiego Arca di Noè

Nel 2008 è nato Il Consorzio Solare Sociale da un’intuizione di Stefano Marchioni, Lorenzo Cardinali e Giovanni Vai che, osservando l’installazione presso le proprie cooperative di impianti fotovoltaici, hanno iniziato a studiare, formarsi e pensare ad un modo per potersi posizionare nel mercato legato alle energie rinnovabili e dell’efficientamento energetico, provando ad innovarlo nelle pratiche. Il Consorzio è una società senza scopo di lucro, costituita dalle Cooperative Sociali Arca di Noè, Pictor e Fraternità.

“Esperienza straordinaria, non tanto per volumi, quanto per il fatto che il mondo della cooperazione sociale non si era mai avvicinata al mondo dell’efficientamento energetico e delle energie rinnovabili” dice Stefano, vice presidente del Consorzio che gestisce l’area Ricerca e Sviluppo dell’attività produttiva.
Stefano è perito elettronico di formazione, con esperienza professionale nel mondo del sociale ed una forte sensibilità per le energie rinnovabili e l’efficientamento energetico. Un cosiddetto nerd dell’energia rinnovabile e del risparmio energetico che ha fatto della sua passione e della sua capacità di tessere relazioni una strada di sviluppo innovativo per la Cooperativa Arca di Noè, di cui, tra le altre cose, è Presidente.

Il 50% delle attività del Consorzio si basano su attività di riqualificazione energetica a finanziamento attraverso gare di appalto di servizi. Le commissioni arrivano principalmente da piccole amministrazioni locali, ma anche da attività di impiantistica e manutenzione privata. Al momento all’interno del Consorzio lavorano quattro dipendenti di Arca di Noè, la squadra è capitanata da Mario, mentre il capotecnico è Ermal, incontrato tramite un tirocinio formativo e poi assunto. Ad arricchire le skills del gruppo ci sono poi Landu, persona accolta in SPRAR ormai 10 anni fa con esperienza come elettricista nel suo paese d’origine e Tony, conosciuto come artigiano e definitivamente inserito con tutta la sua esperienza professionale.

Consorzio Solare Sociale Arca di Noè

Gli inserimenti lavorativi di persone in questo settore avvengono per piccoli numeri, funzionali a raggiungere alta qualificazione e specializzazione delle persone e ad esportare un modello di sostenibilità energetica. Il Solare Sociale ad oggi, è una delle poche realtà sociali in Italia certificata 11352 ESCO, garanzia di qualità dei servizi e dei prodotti offerti nel mondo dell’efficientamento energetico. A questo si aggiunge il valore generato dalla capacità di prendersi cura delle relazioni con i committenti, di garantire una relazione umana e di professionalità con gli operai e, non ultimo, di offrire servizi aggiuntivi, quali manutenzione degli impianti e attenzione alle problematiche che di volta in volta emergono.

La diversificazione di servizi in ambiti produttivi diversi della Cooperativa Arca di Noè, secondo Stefano, permetterà sempre più in futuro di ridurre i rischi che derivano dai tagli di altri servizi. La credibilità del Consorzio Solare Sociale e di Arca di Noè sono garantite dal fatto di avere una solidità economica, che può permettere l’avvio di nuove progettualità, attività di fundraising mirate e investimenti innovativi che possano tenere conto delle complesse professionalità interne e della storia stessa della Cooperativa. È chiaro che diversificare le attività significa percorrere strade lunghe e complesse, ma, nel lungo periodo, può favorire una sempre maggior stabilità. Emerge chiaramente, dal racconto del Consorzio Solare Sociale, lo sguardo che Arca di Noè assume nel mercato del lavoro: individuare settori d’investimento innovativi, mantenere alta la qualità dei servizi offerti, sempre attenti ad includere nel proprio organico persone in svantaggio sociale ed economico, pur garantendo a ciascuno un percorso di crescita personale e professionalizzante.

Per leggere gli altri racconti dei servizi e delle persone di Arca di Noè  Clicca qui 

Tutte le news